Terremoto – Basilica San Paolo – Bovillae – Luigi Poletti -1823

La scossa di terremoto di magnitudo 6.5 avvenuta domenica 30 Ottobre con epicentro nella zona di Norcia alle 7,40 del mattino e avvertita energicamente anche a Roma, oltre a fornirci un brusco risveglio, ha determinato una forte crepa in uno dei muri del quadriportico della Basilica di San Paolo fuori le mura sulla Via Ostiense.

Forse non tutti sanno:

  • che l’attuale architettura della Basilica di San Paolo, fondata dall’imperatore Costantino nel luogo della sepoltura dell’apostolo Paolo, è dovuta ad una ricostruzione avvenuta a seguito dell’incendio della notte del 15 luglio 1823 che annientò buona parte della struttura basilicale;
  • che nello stesso anno (nel mese di Giugno del 1823) l’archeologo e storico Giuseppe Tambroni su invito di don Vincenzo Colonna, insieme al valente Luigi Poletti astro nascente dell’architettura dell’800, in un sopralluogo nella zona tra Frattocchie e Due Santi individuano le strutture dei carceres di un circo romano identificando definitivamente il sito dell’antica citta di Bovillae;
  • che fu proprio l’architetto Luigi Poletti a dirigere gli scavi della città di Bovillae fino al 1828 identificando e disegnando tutti i monumenti che man mano venivano scoperti;
  • che fu ancora Luigi Poletti ad essere uno degli architetti incaricati della ricostruzione della nuova Basilica di San Paolo Fuori le Mura dal 1833 al 1869, che ha decretato l’attuale aspetto.

Autore: Marco Cavacchioli, 11 Novembre 2016

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *