VIA APPIA ANTICA, FRATTOCCHIE-SANTA MARIA DELLE MOLE. AL VIA I LAVORI DI PULIZIA E VALORIZZAZIONE.

Il primo step dei lavori per la pulizia, sistemazione e valorizzazione della Via Appia Antica, nel Comune di Marino, nel tratto tra Frattocchie e S.Maria delle Mole, è partito lunedì 30 Luglio.

La fase dei lavori, che prevede un primo step fino al 3 Agosto, per la bonifica di massima della vegetazione tra Frattocchie e via della Repubblica, riprenderà i primi giorni di Settembre per concludersi entro la fine del mese. Il momento dei lavori costituisce la parte conclusiva e realizzativa di un iter progettuale iniziato con la pubblicazione della Determinazione Regionale del 27 febbraio 2017, n. G02321: Attuazione dell’Azione cardine: Sistemi di valorizzazione del patrimonio culturale in aree di attrazione di cui alle D.G.R 504/2016 e 743/2016. Approvazione di un Avviso pubblico per la presentazione di progetti di valorizzazione nei sistemi di Ostia antica e Fiumicino e Via Appia antica (pubblicata nel B.U.R.L. n° 18 del 2.3.2017) che prevedeva uno stanziamento di fondi, dedicati ad enti pubblici, per la valorizzazione del tratto di  Appia Antica ricadente nei Comuni di Roma, Ciampino e  Marino.

A seguito di tale avviso pubblico hanno partecipato, presentando i loro progetti per la valorizzazione della Via Appia Antica, il Parco Regionale dell’Appia Antica e il Comune di Roma Capitale/Sovrintendenza Capitolina per la zona di Roma, il Parco Archeologico dell’Appia Antica con un progetto che riguarda l’intero asse della via Appia, il Comune di Ciampino per il tratto di via Appia nei confini comunali (1030 mt.) e il Comune di Marino, per il tratto di Via Appia dal Confine con Ciampino fino all’ingresso di Frattocchie (circa 1650 mt.).

Nel Giugno del 2017 il Comune di Marino ha presentato alla Regione Lazio un progetto di fattibilità dal titolo “Appia Antica: un museo all’aperto, Sistemi di valorizzazione del patrimonio culturale e dell’accessibilità turistica” alla cui stesura ha partecipato chi scrive.  La richiesta, in termini di fondi per la realizzazione del progetto è stata di 205.207,45. La regione Lazio, dopo aver vagliato i vari progetti, per rimanere nei limiti dello stanziamento globale ed eliminate alcune sovrapposizioni progettuali, nel Luglio 2017 ha stabilito l’erogazione di 160.000 al Comune di Marino, circa 45.000 € in meno rispetto alla richiesta iniziale, stessa quota rimossa dalle richieste economiche di tutti soggetti partecipanti. Dopo i necessari passaggi della stesura, presentazione e approvazione da parte della Regione Lazio del progetto definitivo ed esecutivo, con i relativi permessi e allegati tecnici, il Comune ha proceduto nel Dicembre 2017 ad indire la gara d’appalto secondo il capitolato tecnico, computo metrico e quadro economico relativi stabiliti nel progetto esecutivo. Espletati tutti i passaggi previsti nelle procedure di gara di appalto, i lavori sono stati aggiudicati alla ditta  IPOMAGI s.r.l. di Roma (determinazione 430 del 03/05/2018)

Il progetto prevede due settori di intervento:

1 –  La bonifica della vegetazione infestante con la sistemazione dell’accesso di Frattocchie: da Frattocchie fino al confine si Ciampino, sia nel tratto della strada antica sia nei due corridoi laterali tra questa e i muri a secco fatti erigere da Luigi Canina tra il 1850 e il 1853 disposti a circa 11 metri dall’asse stradale, verrà effettuata una minuziosa opera di bonifica della vegetazione infestante. Inoltre, essendo presenti nell’area diversi grandi pini e altri grandi e medi alberi, a seguito di un’accurata perizia botanica, sono stati individuati quelli che necessitano solamente di un’opera di potatura per la messa in sicurezza e altri destinati all’abbattimento per le precarie condizioni vitali e di sicurezza. Contemporaneamente verrà ridisegnato e riallestito l’intero accesso all’Appia Antica da Frattocchie, con un marciapiede, nuove panchine, una nuova recinzione che non permetterà più  il parcheggio a ridosso dell’entrata.

2 –  Riallestimento area e punto di accoglienza turistica a S. Maria delle Mole: l’area verde limitrofa alla stazione che dà accesso alla via Appia Antica verrà completamente ridisegnata, come anche l’accesso in direzione di Frattocchie da via della Repubblica. Il progetto prevede il totale riassetto e rifacimento dell’area, attraverso l’istallazione di una nuova recinzione, la regolamentazione di nuove vie d’accesso, l’impianto di nuove essenze arboree, l’istallazione di arredamento naturale dedicato alla sosta di cittadini, turisti, ciclisti e camminatori. L’area verde ospiterà una struttura ecocompatibile di 45 mt2 che costituirà il perno principale per l’accoglienza turistica del tratto extraurbano della via Appia Antica, dotata di area ricezione turistica, bagno (anche per portatori di handicap), magazzino, area noleggio e sosta biciclette. Il nuovo punto informativo, dotato anche di rete wi-fi gratuita, farà parte della rete dei punti informativi e assistenza turistica dislocati lungo la via Appia Antica da Porta San Sebastiano a Frattocchie e sarà aperto da Settembre a Dicembre e da Marzo a Luglio sia il Sabato che la Domenica dal mattino fino al tardo pomeriggio e anche nei giorni feriali per le attività dedicate a visite guidate, laboratori per scuole, educazione ambientale all’aperto.

I motivi ispiratori di questo progetto, come anche quelli espressi dallo spirito del bando regionale, sono innanzitutto il ripristino di una completa e sicura percorribilità del tracciato della Via Appia da porta San Sebastiano a Frattocchie, godibile sia dai cittadini del territorio che dai turisti, camminatori e ciclisti. Infine altro punto cardine richiesto ed espresso in fase progettuale è l’individuazione di strumenti e soggetti che garantiscano una sostenibilità gestionale dei punti e aree di accoglienza turistica e il mantenimento del decoro post lavori, in sostanza: come mantenere in perfetta efficienza un gioiello strutturato e  tirato a lucido, con fondi scarsi e in alcuni casi nulli, da parte dei due Parchi e del Comune.

LA PIENA PERCORRIBILITA’ GODIBILE DALLA CITTADINANZA E DAI TURISTI

Il tratto extraurbano della Via Appia Antica (nel Comune di Marino) è la parte che presenta le maggiori criticità da un punto di vista di percorribilità, agibilità dei siti archeologici e accoglienza. L’aggressione continua da parte della vegetazione infestante, ormai radicata in alcuni aree, ha reso scarsamente visibili le emergenze archeologiche e disagevole la percorribilità del tracciato antico per turisti e ciclisti. Tali criticità rendono poco sicuri e difficilmente accessibili sia i monumenti che i due punti informativi  per l’accoglienza turistica, (Frattocchie-S.Maria delle Mole) ad oggi inadeguati da un punto di vista strutturale e dei servizi rispetto alla valenza del bene culturale su cui insistono.

Il tracciato della Via Appia Antica nel Comune di Marino costituisce un vero e proprio corridoio naturale posto a congiunzione comunicazione tra le tre più grandi aree popolate del Comune di Marino: Santa Maria delle Mole, Cava dei Selci, Frattocchie. La scarsità di aree verdi percorribili e vivibili nel Comune di Marino e la crescita di un’edilizia indiscriminata negli ultimi anni ha generato un imprescindibile e naturale bisogno di poter godere la possibilità di vivere all’aria aperta, camminare, correre, andare in bicicletta. Ripristinare questo corridoio verde significherà restituire alla cittadinanza un luogo di crescita culturale e soprattutto un luogo di salute. Infine anche un luogo che possa incrementare una crescita economica locale per le piccole e medie realtà produttive costituite soprattutto da un’offerta eno-gastronomica peculiare dei Castelli Romani e dai servizi di accoglienza (B&B, residence, Hotel). Ripristinare la piena percorribilità e accessibilità del tratto di Appia Antica nel Comune di Marino significa restituire a completa fruibilità, per camminatori, turisti, pellegrini e ciclisti, l’interezza del tracciato dell’antica strada da Roma fino ai Castelli Romani. Come anche significherà rendere più evidente e agevole il raccordo e l’integrazione con gli altri itinerari di Cammino come gli itinerari di Pellegrinaggio da e verso il Sud e il nuovo Itinerario “Cammino Naturale dei Parchi” (che si raccordano tutti all’ingresso del Parco dell’Appia Antica a Frattocchie).

SOSTENIBILTA’ ORGANIZZATIVA E GESTIONALE POST LAVORI

In fase di progettazione è stato coinvolto, come partner, il Circolo Legambiente Appia Sud Il Riccio, essendo un soggetto, che da anni opera sul tratto di via Appia Antica a Marino, il cui ascolto ha permesso di affrontare e redigere una proposta progettuale integrata che fosse in grado di affrontare tutte le criticità e le peculiarità di un’area che costituisce un contenitore di Storia, Arte, Archeologia, Natura, Fauna, Paesaggio che coabitano in simbiosi nello stesso sistema. Infine il Circolo Legambiente Appia Sud Il Riccio, attraverso un documento di intenti compreso nel progetto di fattibilità, ha confermato in proprio impegno, superata la fase dei lavori, nella fase a regime, in piena auto-sostenibilità economico-gestionale, quindi senza alcun esborso dell’amministrazione comunale, alla gestione della manutenzione delle aree verdi, dei punti informativi, del decoro, della vigilanza, in accordo con gli enti pubblici coinvolti (Comune e Parchi) ed anche con alcune realtà sociali presenti nel territorio comunale, in definitiva generando  un circolo virtuoso di autosostentamento del bene.

Marco Cavacchioli, 31.07.2018

 

Un pensiero riguardo “VIA APPIA ANTICA, FRATTOCCHIE-SANTA MARIA DELLE MOLE. AL VIA I LAVORI DI PULIZIA E VALORIZZAZIONE.

  • 1 agosto 2018 in 13:25
    Permalink

    Complimenti! !
    Interessante ricevere questi aggiornamenti.
    Compatibilmente con i miei impegni ,se mi posso rendere utile in qualche modo, io ci sono.

    Risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *