Via dei Laghi – Portale della Marcandreola, finanziato il restauro.

Dal 2011 nel primo tratto di Via dei Laghi spicca ciò che rimane dell’antico portale della Marcandreola protetto e sorretto da una selva di impalcature. Nonostante i timori, le comunicazioni e gli esposti rivolti alla Soprintendenza ai Beni Architettonici da parte di specialisti, i quali ben prima del 2011 avevano individuato potenziali rischi strutturali del portale, nonostante gli appelli della Soprintendenza ai proprietari e al Sindaco di Ciampino di provvedere al restauro e mettere in sicurezza la struttura, la notte tra il 27 e il 28 Aprile 2011 il portale crollò, restituendoci subito dopo la tragica visione delle macerie e tra queste lo stemma dei Colonna riverso a terra come fosse un corpo esanime. Dopo esattamente 7 anni il Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo ha pubblicato nei scorsi giorni l’esito di Gara per i “lavori di restauro e valorizzazione del portale della Marcandreola nel Complesso di Ciampino”, l’importo dei lavori a base d’asta stabilito in 71.827,66 € (iva esclusa), impresa aggiudicataria la D66 s.r.l. per un importo al massimo ribasso di 59.083,24 (iva esclusa) [vedi doc. esito di gara]

La tenuta dei Colonna e il portale

La Contrada della  Marcandreaola, prossima al Casale Dei Francesi, nei secoli scorsi era inserita nel Quarto Sassone facente parte della Tenuta di Frattocchie e nel ‘500 divenne proprietà dei Colonna di Marino. Tale contrada fu luogo di un importante episodio storico legato all’assalto delle terre Marinesi da parte del tribuno Cola di Rienzo, il quale nel 1347, quando si accinse ad assalire la Castelluccia di Marino, collocò il suo esercito proprio nel sito di Marcandreola.  Nel 1678 i Colonna cedettero il casale in enfiteusi a Carlo Severa, erario di Casa Colonna, il quale fece incidere il proprio nome nella sommità del portale, datato 1680:  “Eques Carolus Severa Anno Dni MDCLXXX”.

Le vicende attuali

Attualmente la tenuta, i casali e la chiesuola della Marcandreola, di proprietà della società Casabianca Srl, a seguito del crack di questa società che è stata dichiarata fallita, sono finiti all’asta. La prima asta giudiziaria del 30 Nov. 2017 e la  seconda asta del 23 Feb. 2018 sono andate deserte, la prossima asta ci sarà il 24 Maggio 2018 [vedi documenti asta]. Tutto ciò mentre il Consiglio Comunale di Ciampino del 23 novembre ha approvato con voto favorevole del Sindaco, della maggioranza e  quasi tutta la minoranza una mozione che dà mandato al Sindaco per la verifica dei criteri per l’ipotesi di acquisto da parte del Comune, anche se ad oggi tale operazione sembra sostanzialmente ferma al palo.

Tutta la tenuta, per il forte contenuto storico, artistico, archeologico, deve divenire proprietà pubblica, se ciò non avvenisse, nonostante il restauro al portale, tutta l’operazione condurrà ad un enorme fallimento delle Istituzioni,  a danno di tutta la comunità dei cittadini e del mondo intero.

Curiosità storiche

La tenuta e il portale della Marcandreola vennero utilizzati come set per una serie di scene del film “Medico per Forza” del 1931 interpretato da Ettore Petrolini. [vedi spezzone del film]


di Marco Cavacchioli 02.03.2018

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *